Coppa Ticino U14 - I campioni siamo noi!

Lugano U14A- SAM 89-51 (19-13,43-18; 68-34)


Lazzarini, Ballabio 10, Alessi, Botteon 2, Binaghi 11, Angert 5, Dell'Acqua 4, Togninalli 14, Tabellini 10, Matasic 17, Bisanti 2, Postacchini 14



Ottima prestazione degli U14 che hanno conquistato il primo trofeo  della stagione alle spese di una coriacea SAM

Davanti ad un folto pubblico rumoroso e coinvolto, le due squadre si sono date battaglia, sportivamente parlando, per tutta la partita.

Massagno partiva subito forte e immediatamente cercava di creare un allungo grazie alla precisione ai tiri liberi (4/4), Lugano però non stava a guardare e la partita rimaneva equilibrata nella prima metà del primo quarto.

Sotto le plance, Tabellini e Matasic imponevano la loro stazza e  la corretta  posizione.

Con degli assist ben distribuiti da Angert in particolare per Dell'Acqua e Tabellini e alla buona difesa di Lazzarini e Botteon, il primo quarto si chiudeva con un più  6 a favore dei bianconeri.

Secondo quarto a senso unico, con Massagno annichilita dall'ottima prestazione difensiva degli avversari, in particolare di Bisanti bene a rimbalzo e Alessi, oltre a Ballabio che ha annullato il pur valido Galimberti. Sul fronte offensivo, Postacchini e lo stesso Ballabio l'hanno fatta da padroni e così il gap aumentava fino a arrivare ad un +25 alla pausa.

Ricaricate le batterie, nel terzo quarto Massagno tentava il recupero migliorando decisamente la fase offensiva, complice anche un rilassamento difensivo dei nostri tigrotti, in attacco però la facilità di andare a canestro dei bianconeri rimaneva costante Binaghi e Togninalli imponevano la loro legge con buone percentuali al tiro, tanto che il divario alla fine del quarto superava i 30 punti.

Gli ultimi 10 minuti, seppur a risultato ormai acquisito, hanno dimostrato una SAM sempre combattiva che ha cercato di aggiudicarsi almeno il parziale, ma senza esito alcuno, in quanto gli scolari del Lugano hanno replicato punto su punto ai pari categoria rosso-bianco-blu tanto da aggiudicarsi anche l'ultimo quarto di 4 punti.

Un plauso a tutti i 24 ragazzi scesi in campo e che hanno saputo mantenere un fair-play costante nell'arco di tutta la partita. Nota di merito anche agli arbitri che hanno dimostrato coerenza nelle loro, anche non facili decisioni.