U14 Lugano B: Ci è mancato poco.

Lugano U14B - SAV 79-83
(27-15, 12-34; 55-56, 79-83)
Marcatori: Alacam 5, Brignoni, Tabellini 6, Cola 3, Angert 12, Alessi 3, Binaghi 11, Zoppi 6, Matasic 27, Bisanti 2, Postacchini 4, Botteon.

Sfiorata  l’impresa dei nostri ragazzi nell’ultimo incontro del primo turno di campionato Under  14. Spesso in vantaggio nell’arco della partita, Lugano ha ceduto le armi proprio nel finale, quando ben 5 (cinque!!) dei bianconeri hanno dovuto sedersi in panchina per raggiunto limite di falli.
A questo proposito non può essere tralasciato di segnalare che gli arbitri hanno fischiato la bellezza di 82 falli (42 a Lugano e 40 alla SAV)!!! Se non si tratta di un record, poco ci manca.
Si direbbe una battaglia (sportivamente parlando) più che una sfida, ma non è andata proprio così, certo tutte e due le squadre volevano vincere, ma non abbiamo visto un’eccessiva durezza negli interventi da parte delle due contendenti.
Nel primo tempo Vacallo ha messo sotto i nostri che in difesa hanno mostrato delle lacune piuttosto rilevanti, una su tutte la mancanza dei taglia fuori, permettendo ai momò di avere più opportunità di tiri sotto le plance nella nostra zona pitturata.
Nel secondo tempo, le tigri sono tornate a ruggire e la sfida è stata a lungo in mano alla squadra di casa, fino a pochi minuti dalla fine quando, come già scritto, i cinque dodicesimi dei nostri sono stati costretti ad abbandonare la contesa per aver raggiunto i cinque falli consentiti. In questi minuti finali i nostri avversari sono stati più determinati e freddi ai tiri liberi, mettendone a segno ben 5 consecutivi permettendo loro di chiudere la contesa a loro favore.
Una sconfitta che però ci ha dato delle indicazioni significative, le più importanti sono che a parte le prime due squadre fuori dalla portata (Lugano A e Massagno), tutte le altre quattro concorrenti possono giocarsi i rimanenti due posti per accedere alle final-four!
La seconda è che per essere tra queste il lavoro da fare in allenamento per i nostri è ancora tanto sia a livello tecnico, tattico e di mentalità e questo anche se i progressi visti in questi primi cinque mesi sono stati davvero notevoli.
Un plauso a tutti i ragazzi che hanno raggiunto il primo obiettivo prefissato ad inizio stagione, cioè quello di entrare nelle prime sei!