A tu per tu con Marco Conti, preparatore atletico

Marco Conti sulla panchina dei Tigers ©Photobrusca & Luckyvideo
Marco Conti sulla panchina dei Tigers ©Photobrusca & Luckyvideo

1. In cosa consiste il tuo ruolo di preparatore atletico presso i Tigers.
Il ruolo di preparatore atletico consiste nel mettere in condizioni fisiche ottimali i giocatori per permettere a loro e ai coaches di potersi allenare e giocare al 100% limitando gli infortuni al minimo. Tra i miei compiti c'é anche il coordinamento con dottori e fisioterapisti durante le varie fasi di eventuali infortuni.
In una società come la nostra a gestione familiare può capitare comunque di trovarsi anche a svolgere altri compiti, aiutandosi l'uno con l'altro.

2. Quali sono i punti più importanti della preparazione fisica di un giocatore di Basket?
Trovo il Basket uno degli sport più completi in assoluto ci vuole forza, fondo, reattività, velocità quindi bisogna preparare gli atleti a 360°.

3. I punti più deboli a cui bisogna fare attenzione per non ricorrere in infortuni?
Bisogna tenere presente che si parla anche di atleti di 2,05m per 120 kg che si buttano, sprintano, saltano ad altezze impressionanti. Il Basket è inoltre uno sport di contatto dove gli infortuni sono molto frequenti in tutte le zone del corpo (caviglie, dita, ginocchia, spalle ecc.) e non si possono nè prevedere nè limitare.
Dove invece possiamo lavorare sono gli infortuni muscolari come strappi e stiramenti che possono essere ridotti con un buon lavoro fisico.

4. Come cambia il tuo ruolo dalla preparazione estiva al campionato?
Il lavoro estivo ha inizio al raduno solitamente inizio agosto, dove lavoriamo una fase di circa 2 settimana di “fondo” solitamente all’esterno (stadio, pista, piscina) e mettiamo la base muscolare che ci servirà tutta la stagione.
A questo punto, fino alla fine del campionato, inizia una seconda fase di programmazione con 2 allenamenti settimanali in sala pesi e uno in palastra dove si lavora anche con il pallone.
In questa fase in base al momento della stagione tocchiamo i vari aspetti di forza muscolare, velocità, reattività, ecc.

5. Qual è il giocatore più preparato fisicamente della squadra?
Dividerei in due tipi di giocatori: quelli a cui madre natura ha dato delle doti naturali; e qui citerei TJ Watson che ha una potenza devastante mai vista alle nostre latitudini. Il secondo invece che si è costruito con il grande lavoro fisico è invece Matt Schneidermann.

6. E quello migliore in assoluto che tu hai allenato?
Tenendo lo stesso criterio nei miei anni di basket maschile citerei Mike Efevberha al quale madre natura ha donato un fisico impressionante quasi da NBA. Mentre Brody Angley sicuramente il migliore costruito con il lavoro.